logo

Il termine “au pair”

Au Pair? Chi è una au pair e in cosa consiste il programma au pair nel dettaglio? Qui trovi tutte le informazioni sul tema au pair.

 

Informazioni importanti:

  • Il termine “au pair” deriva dalla lingua francese
  • Il significato originario è “reciprocità”
  • Oggi au pair è una persona che aiuta una famiglia ospitante nella cura dei bambini e che in cambio riceve sia vitto e alloggio gratuiti che una paghetta.

 

Storia dell'au pair

what is aupairNel XVIII secolo le famiglie benestanti svizzere usavano mandare le loro figlie all'estero o in un altro cantone svizzero dove si parlava un'altra lingua per trascorrere un determinato periodo di tempo in una famiglia.

 

L'obiettivo era che le giovani apprendessero una lingua straniera e acquisissero esperienza all'estero.

 

La denominazione ufficiale era “figlie di casa” in quanto vivevano in casa con la famiglia e in cambio aiutavano a curare i bambini.

 

Il termine “au pair” fu utilizzato per la prima volta nel XIX secolo in Francia.

 

Venivano chiamate au pair le giovani inglesi che si recavano in Francia per impartire lezioni di inglese ai figli delle famiglie francesi.

 

D'altra parte le au pair volevano migliorare la loro conoscenza del francese e sopratutto apprendere le buone maniere francesi, molto in voga in quell'epoca.

 

O pair o au pair?

Chi è una “o pair”? In realtà il termine “o pair” non esiste, è solamente la trascrizione fonetica di “au pair”.

 

Sono circa 30.000 le ricerche mensili effettuate su google con la combinazione “o pair”; ciò dimostra che non tutti sanno che la parola “au pair” deriva dal francese e che si scrive quindi “au pair” e non “o pair”.

 

Au pair oggi

Con il termine "au pair” ci si riferisce oggi ai giovani che lavorano presso famiglie ospitanti in cambio di vitto, alloggio,  assicurazione sanitaria e  paghetta per imparare una lingua straniera e conoscere la cultura e le tradizioni del paese ospitante. Il termine “au pair”.

 

The word "au pair“ (alla pari) significa che appunto lavori come au pair e ricevi qualcosa in cambio per la tua prestazione. Ciò dimostra che il programma au pair non si basa prettamente sul denaro e che non è nemmeno di un contratto di lavoro, si tratta invece di uno scambio interculturale. L'integrazione nella famiglia ospitante come au pair svolge una parte importante in questo processo. In quanto au pair non sei un lavoratore dipendente, ma un membro della famiglia ospitante a tutti gli effetti.

 

Un'alternativa alla classica au pair è la  Demi-pair. La differenza tra demi-pair e au pair sta nel fatto che la demi-pair lavora part-time presso la famiglia ospitante. La parte del giorno libera, mattina o pomeriggio, può essere impiegata frequentando un corso di lingua ad esempio. A livello europeo il programma au pair è regolato dal " Trattato Europeo per l'impiego alla pari”, firmato a Strasburgo nel 1969. In Germania le agenzie di collocamento regionali (Landesarbeitsämter) e la “ Gütergemeinschaft Aupair” regolano le condizioni del programma au pair, sia per l'au pair che per la famiglia ospitante.

 

Au pair: ragazza o ragazzo?

Il programma au pair non è rivolto solamente alle ragazze; ci sono infatti anche molti ragazzi che si interessano a esperienze all'estero di questo tipo. In questo caso la denominazione è “ ragazza alla pari” o “ragazzo alla pari”.

 

Mentre fino a qualche anno fa molte famiglie ospitanti preferivano una ragazza alla pari per la cura dei bambini, oggi sempre più famiglie prendono in considerazione l'opportunità di lavorare con un ragazzo alla pari. Specialmente se nella famiglia ci sono molti maschi, potrebbe risultare più facile per un ragazzo alla pari giocare con i bambini. Di conseguenza il vantaggio sarebbe sia per la famiglia ospitante che per il ragazzo alla pari.

 

Esperienza all'estero senza spendere troppo

Partecipando al programma au pair hai l'opportunità di trascorrere un soggiorno all'estero di un anno senza spendere molto. Un anno all'estero come au pair ha anche un ulteriore  vantaggio: hai la sicurezza di avere fin dall'inizio una casa! Vitto, alloggio e contatti sociali sono assicurati! Tutto questo ti faciliterà nell'apprendimento della lingua straniera e nella conoscenza della nuova cultura.

 

I compiti da au pair nella famiglia ospitante – cura dei bambini e piccole faccende domestiche – ti aiuteranno a comprendere la routine quotidiana del  paese ospitante e a imparare molto più velocemente la lingua straniera.

 

I compiti dell'au pair

In quanto au pair aiuterai la famiglia ospitante nelle piccole faccende domestiche e nella cura dei bambini.

 

Alcuni esempi possono essere: cucinare i pasti, apparecchiare la tavola, riempire e svuotare la lavastoviglie, passare l'aspirapolvere, fare il bucato, spazzare.

 

 

Per quanto riguarda invece la cura dei bambini le attività sono:

  • giocare con i bambini,
  • accompagnare e andare a prendere i bambini alle loro attività quotidiane,
  • aiutarli a vestirsi/svestirsi.

 

 

 

Maggiori informazioni:

Nonna Demi-pair
Au Pair dell´estate Nanny