logo

Come diventare au pair?

Diventare au pair e lavorare da au pair: Ti piacerebbe diventare au pair e allo stesso tempo trascorrere un anno emozionante all'estero? Qui trovi tutte le informazioni e consigli necessari affinché i tuoi sogni diventino realtà!

 

Informazioni importanti:

  • Una buona organizzazione è fondamentale per diventare au pair!
  • Innanzitutto assicurati di possedere i requisiti per diventare au pair!
  • Devi sentirti pronto a passare un lungo periodo all'estero senza vedere la tua famiglia e i tuoi amici!

 

UN ANNO ALL'ESTERO SENZA SPENDERE SOLDI

become aupairDiventare au pair è davvero semplice e vantaggioso. Dovrai solamente rispondere ad alcuni  requisiti. Diventando au pair avrai l'opportunità di trascorrere un periodo all'estero senza spendere molti soldi. Finite le scuole superiori potrai passare un anno all'estero prima di iniziare l'università e migliorare le tue conoscenze linguistiche. L'esperienza da au pair ti arricchirà e ti sarà d'aiuto per immetterti nel mercato del lavoro.

 

Al giorno d'oggi il mondo è sempre più interconnesso e spesso le offerte di lavoro migliori implicano un'ottima conoscenza delle lingue straniere. Pensa globale, diventa au pair!

 

Altro grande vantaggio: in quanto au pair vivrai insieme alla tua famiglia ospitante! Non dovrai preoccuparti né della connessione a internet, né dell'acquisto di una lavatrice. La tua famiglia ospitante provvederà a queste e a molte altre cose per te!

 

Inoltre, in quanto au pair, diventerai subito parte di un gruppo. Oltre alla tua famiglia ospitante, conoscerai persone con esperienza che ti aiuteranno quando ne avrai bisogno e ti faranno conoscere le loro tradizioni.

 

Di solito è molto semplice conciliare gli impegni da au pair (cura dei bambini e piccole faccende domestiche) con il tempo libero. Dato che non dovrai preoccuparti delle spese per vitto e alloggio, avrai a tua completa disposizione la tua paghetta. Ecco perché molti giovani decidono di diventare au pair!

 

Esperienza nella cura dei bambini

Per lavorare come au pair è fondamentale avere maturato esperienza  nella cura dei bambini. Ovviamente ti deve piacere stare con i bambini; i genitori vogliono che i loro figli siano in buone mani. Per questo motivo è importante avere delle referenze sulle esperienze precedenti nella cura dei bambini e allegarle alla tua lettera di presentazione, al fine di sottolineare maggiormente la tua voglia di diventare au pair.

 

Non hai mai avuto esperienze nella cura dei bambini? Non preoccuparti, puoi sempre recuperare facendo un tirocinio alla scuola materna, aiutare i bambini a fare i compiti, fare la babysitter o lavorare in un'associazione sportiva. Alla fine ricordati di chiedere una certificazione scritta, è importante se vuoi diventare au pair! Inoltre, stando a contatto con i bambini potrai metterti alla prova e capire se diventare au pair fa davvero per te.

 

Organizzazione del viaggio

L'organizzazione del tuo soggiorno all'estero da au pair è fondamentale!

 

La preparazione del periodo all'estero o del tuo anno all'estero come au pair richiede del tempo, assicurati di tenere sempre a mente il tuo obiettivo: diventare au pair! Per prima cosa accertati di rispondere a tutti i  requisiti, sia formali che personali, per lavorare come au pair.

 

Poi devi scegliere in quale Paese vorrai diventare au pair. Questa decisione dipende ovviamente dalla lingua straniera che vuoi imparare o migliorare durante il tuo soggiorno da au pair. Dopodiché puoi scegliere la città o la regione che più preferisci nel tuo paese ospitante.

 

Città o campagna

Vuoi diventare au pair in campagna, in una cittadina o in una grande città?

 

Questa è un'altra decisione importante da prendere prima di mettersi alla ricerca di una famiglia ospitante nel paese preferito. Lavorare come au pair in campagna offre svariate opportunità ma può capitare di sentirsi soli qualche volta. Comunque con i mezzi pubblici sarà facile raggiungere la grande città più vicina. Spesso in campagna l'au pair vive in una casa con giardino, cosa che si può rivelare vantaggiosa nella cura dei bambini. Se invece preferisci diventare au pair in una grande città, allora dovrai informarti bene sulla città e ponderare bene pro e contro.

 

Au pair: quando iniziare?

Diventare au pair, sì! Ma quando? I periodi migliori per diventare au pair sono agosto/settembre e gennaio/febbraio. La fine dell'estate è un momento buono per iniziare un soggiorno all'estero come au pair, dato che le famiglie ospitanti tornano dalle vacanze estive per l'inizio del nuovo anno scolastico. In genere la domanda di au pair in questo periodo è molto alta.

 

Anche le  scuole di lingua riaprono dopo le vacanze e offrono corsi di lingua per le au pair. Durante i mesi estivi, luglio e agosto, le possibilità di diventare au pair sono minori e le scuole di lingua spesso non offrono corsi durante le vacanze estive. Ovviamente ci sono delle eccezioni: alcune famiglie ospitanti cercano volutamente au pair per l'estate che si prendano cura dei loro figli durante le vacanze estive.

 

Trovare la famiglia ospitante

Ci sono due modi per trovare la giusta famiglia ospitante: puoi metterti da solo alla ricerca della famiglia ospitante navigando su internet oppure puoi rivolgerti a un' agenzia per au pair. Entrambe le opzioni presentano vantaggi e svantaggi. Se scegli l'agenzia, da un lato devi pagare ovviamente il servizio, dall'altro hai a tua disposizione un interlocutore che può aiutarti.

 

Attenzione! Alcune agenzie ti aiutano solamente finché tu e la famiglia ospitante abbiate pagato il servizio per organizzare l'interscambio. Purtroppo in questo settore ci sono molte agenzie poco serie che non danno importanza alle esigenze delle au pair.

 

Negli ultimi anni chi vuole diventare au pair ricorre sempre di più all'uso di piattaforme internet specializzate. Questa opzione è molto conveniente in termini di costi, sia per l'au pair che per la famiglia ospitante. Utilizzando un sito internet, potrai creare in quanto futura au pair un tuo profilo e in questo modo le famiglie ospitanti potranno contattarti facilmente. Allo stesso tempo potrai attivarti personalmente nella ricerca della famiglia ospitante, in quanto spesso possiedono anch'esse un profilo. In questo modo hai anche tu la possibilità di contattare una famiglia ospitante e accordarti per la prima telefonata o videochiamata.

 

Comunicare con la famiglia

Valuta bene la famiglia in cui vorresti lavorare come au pair. All'inizio cerca di raccogliere il maggior numero di informazioni possibile sulla famiglia ospitante. Non essere timido! Fai tutte le domande che vuoi, solo così potrai capire se è la famiglia ospitante giusta per te per diventare au pair.

 

Chiedi cosa piace fare ai bambini, come si svolge una giornata tipo, gli orari di lavoro dei genitori, com'è il quartiere dove andrai ad abitare e se c'è una scuola di lingua adatta a te nelle vicinanze. Tutte queste domande dovranno ottenere una risposta prima della tua partenza!

 

 

Ho terminato i miei studi all'università e ho iniziato a pensare al mio futuro! Volevo imparare bene una lingua straniera e allo stesso tempo fare un'esperienza all'estero. Poi una mia amica mi ha raccontato cos'è il programma au pair. Ho trascorso giornate intere al computer cercando informazioni al riguardo. In questa fase vi consiglio di iscrivervi a un forum online per au pair. Questo è quello che ho fatto io, mi sono messa in contatto con ex au pair e ho raccolto informazioni sulla routine quotidiana di una au pair. Se sei ben informato e trovi la famiglia ospitante giusta per te non potrai che aspettarti un anno all'estero entusiasmante!” Pavla, 22

 

 

 

Maggiori informazioni:

Au Pair requisiti Au Pair: Quanto tempo?
Au Pair, si o no? Vantaggio dell´au pair
Famiglia ospitante online Agenzie per au pair
Candidarsi come au pair El primo contatto con la famiglia