logo

Trovare lavoro come au pair utilizzando internet

Vorresti trascorrere un periodo all'estero come au pair e cerchi la tua famiglia ospitante? Qui trovi elencati tutti i pro e i contro dell'uso di internet per cercare la tua famiglia ospitante. Inoltre trovi alcuni consigli per trovare più velocemente la famiglia ospitante adatta a te.

 

Informazioni importanti

  • Indipendenza nell'organizzazione della ricerca
  • Di solito gratis
  • Famiglie ospitanti in tutto il mondo
  • Contatti veloci, semplici e sicuri
  • Banca dati con migliaia di famiglie

 

Intermediazione tramite l'internet

Al giorno d'oggi molte persone scelgono di cercare l'au pair o la famiglia ospitante su internet, senza rivolgersi alle  agenzie per au pair.

 

Sui portali internet specializzati puoi creare il tuo profilo au pair etrovare la famiglia ospitante adatta a te attraverso una ricerca dettagliata. Nei criteri di ricerca per trovare la famiglia ospitante puoi indicare il  paese ospitante in cui vorresti lavorare come au pair, la  lingua straniera che vorresti imparare, preferenze riguardanti i bambini di cui dovrai prenderti cura (numero, età) e la durata del tuo soggiorno all'estero come au pair.

 

Sul portale puoi caricare foto e scrivere maggiori informazioni su di te. Le possibilità di trovare velocemente una famiglia ospitante su internet aumentano se le informazioni personali sul tuo profilo sono dettagliate e complete.

 

Famiglia ospitante online

aupair onlineIn quanto au pair, puoi iscriverti di solito gratuitamente a questi siti internet per au pair. Anche la registrazione delle famiglie ospitanti è in genere gratuita. Solo una volta che la ricerca si sarà concretizzata, la famiglia ospitante dovrà corrispondere una quota per poter mettersi in contatto con l'au pair desiderata.

 

Dopo l'attivazione del profilo, anche l'au pair può mettersi alla ricerca della famiglia ospitante adatta in quanto la banca dati dei siti per au pair contiene i profili di migliaia di famiglie ospitanti provenienti da tutto il mondo. In questo modo puoi metterti velocemente in contatto con la famiglia ospitante desiderata, potrete iniziare a scambiarvi foto e informazioni personali. Successivamente potrete accordarvi per una telefonata o una videochiamata su internet. Questi sono i nostri consigli per la creazione del tuo profilo au pair su internet!

 

Non appena il profilo au pair viene attivato, l'au pair inizia a ricevere in genere moltissime richieste di contatto su internet da parte delle famiglie ospitanti. Ti consigliamo però di non avere un atteggiamento passivo e di non aspettare di ricevere le richieste da parte delle famiglie ospitanti. Ti consigliamo di attivarti e di metterti da sola alla ricerca della famiglia ospitante che possa corrispondere alle tue attese e ai tuoi desideri.

 

Nel caso in cui la famiglia ospitante trovata su internet abbia già avuto esperienze con au pair, potrete chiedere tranquillamente un recapito per potervi mettere in contatto con le ex au pair e raccogliere così ulteriori informazioni sulla famiglia ospitante. Nel caso ideale la famiglia ospitante ti fornirà già il contatto di una ex au pair.

 

I siti intenet per au pair mettono a disposizione molte informazioni utili riguardanti i diversi  paesi ospitanti, la  paghetta mensile, il  contratto per au pair e tutto ciò che è importante sapere per il tuo soggiorno da au pair. Tutto ciò che devi fare ora è organizzare il tutto nel dettaglio.

 

Contatti privati

È possibile organizzare il proprio soggiorno da au pair attraverso contatti privati. Spesso succede che amici o parenti conoscano famiglie residenti all'estero che hanno bisogno di una au pair.

 

Attenzione, in questi casi non vi sono regole prestabilite! Spesso l'idea dell'au pair riguardo ai suoi compiti, orari di lavoro, paghetta mensile e altre questioni importanti non corrisponde a quella della famiglia ospitante. Inoltre può succedere che in questi casi l'au pair si senta più frenata nel fare critiche per non  deludere la famiglia ospitante e i conoscenti a casa che ti hanno permesso di iniziare il soggiorno da au pair.

 

Assicurati anche nel caso di soggiorno da au pair tramite contatti privati, che il tutto sia conforme all'accordo europeo per au pair. Sebbene si presuppone vi sia fiducia tra voi, stipula in ogni caso un contratto con la famiglia ospitante. Discutere in anticipo i dettagli con la famiglia ospitante può evitare future delusioni e fraintendimenti.

 

Per esperienza ci sentiamo di consigliare vivamente un'organizzazione indipendente del soggiorno da au pair in una famiglia ospitante, senza rivolgersi ad agenzie per au pair. In fin dei conti solo tu sai a quali criteri deve rispondere la futura famiglia ospitante al fine di trascorrere un soggiorno da au pair sereno e tranquillo.

 

Spesso capita che solo dopo aver parlato con diverse famiglie ospitanti si riesce a capire ciò che in realtà si desidera e cosa no. Sfrutta questa possibilità! Inoltre potrai risparmiare i soldi richiesti dall'agenzia per au pair per la prestazione del servizio di mediazione. La ricerca indipendente della famiglia ospitante su internet porta con sé anche altri vantaggi. L'au pair gestirà in modo indipendente la preparazione del viaggio e acquisirà così maggiore esperienza per quanto concerne organizzazione e pianificazione.

 

 

Prima di organizzare il mio soggiorno da au pair mi sono chiesta: “Come voglio trovare la mia famiglia ospitante? Devo rivolgermi a una agenzia per au pair oppure cercare da sola su internet?” Volevo avere la certezza di fare tutto per bene, così ho provato entrambe le soluzioni. Secondo me le agenzie sono abbastanza costose e il servizio che offrono è pessimo. Certo, se avessi voluto andare negli Stati Uniti mi sarei rivolta a una agenzia; ma per il soggiorno da au pair in Europa ho utilizzato un sito intenet. Mi sono iscritta gratuitamente al portale, ho iniziato a cercare tra i vari profili delle famiglie ospitanti quella adatta a me e ho cominciato a mandare messaggi. È stato facilissimo! È importante ottenere tutte le informazioni possibili riguardanti una famiglia. Ho telefonato alle potenziali famiglie ospitanti e chiacchierato con loro su Facebook e Skype. Alcune famiglie mi hanno persino mostrato la loro casa su Skype!”. Pavla, 22

 

 

Au Pair requisiti Au Pair: Quanto tempo?
Au Pair, si o no? Vantaggio dell´au pair
Diventare au pair Agenzie per au pair
Candidarsi come au pair El primo contatto con la famiglia